Lun - Ven 9:00 - 18:00

Serie R

La serie “R” e costituita da una nuova generazione di motori asincroni normali (SMR) ed autofrenanti (BAR oppure BMR) a 4 e 6 poli con altezza d’asse compresa fra 56 e 132.

I motori della serie R sono alimentabili esclusivamente tramite inverter. La frequenza di riferimento a 400V è 120 Hz anziché 400V 50Hz come i motori di serie da cui derivano.

La particolare tecnologia costruttiva utilizzata permette di ottenere le seguenti caratteristiche:

  • coppia costante da 3 a 120 Hz
  • coppia prossima alla nominale a 0 giri (con retroazione)
  • dimensioni ridotte di due taglie rispetto ad un motore standard di pari potenza
  • valori del momento di inerzia ridotti (dinamica elevata) rispetto ad un motore di pari potenza
  • ottimo comportamento durante i transitori (4 poli) e in servizio continuo (6 poli)
  • ottimizzazione per l’uso con diversi tipi di inverter commerciali
  • grado di equilibratura idoneo al funzionamento ad elevate escursioni di velocità
  • dimensione e costruzione meccanica uguale a quella di un motore standard
  • rumorosità contenuta
  • connessioni elettriche analoghe al prodotto standard
  • possibilità di essere dotati di encoder per retroazione
  • semplicità di uso e di collegamento (non necessita di connettori)

Di serie i motori sono equipaggiati con protettori termici, lamiera costituente lo statore e il rotore con caratteristiche magnetiche particolarmente elevate, disegno e impregnazione dell’ avvolgimento idonei al funzionamento a frequenza elevata, equilibratura curata per evitare vibrazioni, cuscinetti adatti ad alte velocità di rotazione.

Sono disponibili tutte le forme costruttive e tutti gli accessori dei normali motori di serie.

Il grado di protezione standard è IP 54 per i motori autofrenanti e IP55 per i motori standard.

A richiesta i motori possono essere forniti con grado di protezione fino ad IP56. Tutti i motori possono essere forniti predisposti per l’applicazione o completi di encoder.

I settori di maggiore impiego sono quello dell’automazione e del packaging (ceramica, nastri trasportatori, magazzini automatici…); le applicazioni tipiche sono concentrate principalmente su quelle macchine che utilizzano sia motori asincroni azionati da inverter che brushless specialmente in servizio intermittente.

Nel primo caso (sostituzione di motori asincroni) risultano indicati in tutte quelle applicazioni in cui l’aumento di velocità porta ad operare a frequenza superiore alla frequenza base del motore con conseguente diminuzione di coppia ; nello specifico la applicazione di questi motori consente di mantenere inalterato il rapporto di trasmissione del riduttore e di salire in frequenza senza problemi.

I motori della serie “R” offrono maggiore possibilità di regolazione (range di frequenza piu ampio), migliori caratteristiche dinamiche, analogo o minore consumo energetico con dimensioni e peso del motore inferiori a parità di potenza.

L’uso di questo prodotto in sostituzione di un motore asincrono rende necessario l’aumento del rapporto di trasmissione nel caso in cui si voglia diminuire la taglia del motore a parità di potenza.

La riduzione di dimensioni e peso a parità di potenza resa risulta molto evidente; questo si traduce per il cliente in risparmio nel costo della trasmissione (inteso come gruppo motore più riduttore), in contenimento del costo della struttura della macchina.

L’utilizzo di questi motori inoltre rende possibile, con opportuno rapporto di trasmissione, l’innalzamento della frequenza inferiore di funzionamento del motore spostandosi su range di velocità in cui non e necessaria la servoventilazione.

Per massimizzare i vantaggi si consiglia di utilizzare un riduttore ad ingranaggi al posto del vite senza fine.
Sostituzione di motori brushless: costituiscono una valida alternativa ai servo motori in tutte le applicazioni in cui non è necessaria una dinamica molto spinta e in cui non e richiesta una stringente interpolazione tra due motori. Rispetto ad un motore brushless presenta il vantaggio della riduzione dei costi, della assenza di cavi dedicati e di connettori e di una ridotta manutenzione ed estrema semplicità di uso non richiedendo personale specializzato.

In definitiva questo nuovo prodotto permette:

  • di pensare in un modo nuovo la motorizzazione delle macchine
  • di utilizzare un motore asincrono invece di un brushless
  • di avere macchine più piccole e leggere rispetto alle attuali a parità di potenza
  • di avere intervalli di regolazione della velocità maggiori
  • di avere elevata efficienza
  • di avere masse ridotte a parità di potenza
  • di avere gli stessi accessori del prodotto standard (encoder, servoventilazione ecc.)
  • di potere utilizzare ogni tipo di inverter commerciale
  • di poter eliminare in molti casi la servoventilazione
  • molti settori industriali hanno standardizzato alcune tipologie e marche di inverter; i motori della serie “R” sono stati concepiti ed ottimizzati per essere estremamente versatili e capaci di mantenere pressoché le stesse prestazioni con tutti i principali azionamenti commerciali. Questa caratteristica permette di non modificare il proprio standard e di potere utilizzare l’inverter che si ritiene più idoneo